Credito d’Imposta per gli Investimenti in Beni Industria 4.0

FINANZIARIA 2022

I crediti d’imposta per gli investimenti in beni “Industria 4.0” sono riconosciuti per gli investimenti effettuati dal 16.11.2020:

  •  fino al 31.12.2025;

ovvero

  • fino al 30.6.2026

a condizione che entro il 31.12.2025 sia accettato l’ordine e siano versati acconti pari almeno al 20% del costo di acquisizione.

Tuttavia, la proroga non riguarda gli investimenti in beni strumentali generici”, per i quali l’agevolazione si esaurisce con riferimento agli investimenti effettuati entro il 31.12.2022 (ovvero fino al 30.6.2023 a condizione che entro il 31.12.2022 sia accettato l’ordine e sia versato acconto pari almeno al 20% del costo di acquisto).

Nuove % comunicate con la pubblicazione della Legge Finanziaria 2022 – Legge 234/2021 :

Beni Materiali 4.0
(Allegato A)
Dal 16.11.2020 al 31.12.2021 e fino al 30.06.2022 con prenotazione entro 31.12.202150%fino a € 2,5 milioni
30% oltre € 2,5 milioni, fino a 10
10% oltre € 10 milioni, fino a 20
Dal 1.1.2022 al 31.12.2022 e fino al 30.06.2023 con prenotazione entro 31.12.202240% fino a € 2,5 milioni
20% oltre € 2,5 milioni, fino a 10
10% oltre e 10 milioni, fino a 20
Dal 1.1.2023 al 31.12.2025 e fino al 30.06.2026 con prenotazione entro 31.12.202520% fino a € 2,5 milioni
10% oltre € 2,5 milioni, fino a 10
5% oltre € 10 milioni, fino a 20
Beni Immateriali 4.0
(Allegato B)
Dal 16.11.2020 al 31.12.2023 e fino al 30.06.2024 con prenotazione entro 31.12.2023
20% fino a € 1 milione
Dal 1.1.2024 al 31.12.2024 e fino al 30.06.2025 con prenotazione entro 31.12.202415 fino a € 1 milione
Dal 1.1.2025 al 31.12.2025 e fino al 30.06.2026 con prenotazione entro 31.12.202510% fino a € 1 milione

Disposizioni

  • l’utilizzo esclusivamente in compensazione nel mod. F24 in 3 quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno in cui è intervenuta l’interconnessione;
  • l’obbligo di riportare in fattura / altri documenti l’espresso richiamo alla disposizione normativa di riferimento;
  • l’obbligo di conservare la documentazione attestante l’effettivo sostenimento della spesa e la corretta determinazione dell’importo agevolabile;
  • l’obbligo di disporre di una perizia asseverata / attestato da cui risulti che i beni possiedono le caratteristiche tecniche previste e la relativa interconnessione al sistema aziendale.

Iscriviti alla nostra Newsletter