Simest – Sostegno alle imprese italiane esportatrici in Ucraina, Federazione Russa o Bielorussia.

Obiettivo – Mantenere e salvaguardare la competitività sui mercati internazionali delle imprese esportatrici colpite dalla crisi a seguito della guerra in Ucraina.

Soggetti Beneficiari

Il bando è dedicato alle PMI e Mid Cap italiane, costituite in forma di società di capitali, che :

  • Abbiano depositato presso il Registro imprese almeno tre bilanci relativi a tre esercizi completi;
  • Abbiano un fatturato export medio nel triennio 2019-2021 derivante da esportazioni dirette verso Ucraina, Federazione Russa e/o Bielorussia pari ad almeno il 20% rispetto al fatturato totale del triennio, come dichiarato e asseverato da un soggetto iscritto al Registro dei Revisori Contabili tenuto dal MEF;
  • Abbiano riscontrato un calo del fatturato dalle tre aree che, al termine dell’esercizio 2022, dovrà risultare almeno pari al 20% del fatturato medio realizzato verso le tre geografie nel precedente triennio;

Spese Ammissibili

Le spese ammissibili e finanziabili sono:

  1. Spese per la realizzazione di investimenti produttivi, anche in Italia, tra cui:
    o acquisto di impianti e beni strumentali o potenziamento /riconversione di beni produttivi e strumentali esistenti
    o tecnologie hardware e software e digitali in genere, incluso il potenziamento
    o riconversione di tecnologie esistenti;
  2. Spese per la realizzazione di una nuova struttura commerciale, anche temporanea, o per il potenziamento di una struttura esistente in un Paese estero alternativo a Ucraina, Federazione Russia e/o Bielorussia. È considerata ammissibile la struttura affittata/acquistata/potenziata nel Periodo di Realizzazione;
  3. Spese per consulenze e studi volti all’individuazione di mercati esteri alternativi a Ucraina, Federazione Russia e/o Bielorussia o al potenziamento della presenza su mercati esteri alternativi;
  4. Spese promozionali e per eventi internazionali in Italia e all’estero finalizzati
    all’individuazione di mercati esteri alternativi a Ucraina, Federazione Russia e/o Bielorussia o al potenziamento della presenza su mercati esteri alternativi;
  5. Spese per certificazioni e/o omologazioni di prodotto, registrazione di marchi, brevetti, ecc., in mercati esteri individuati alternativi a Ucraina, Federazione Russia e/o Bielorussia;
  6. Spese per la consulenza finalizzata alla presentazione della Domanda di Intervento Agevolativo, per un valore corrispondente fino a un massimo del 5% dell’importo deliberato.

L’Intervento Agevolativo può coprire fino al 100% dell’importo delle spese ammissibili.

Agevolazione Prevista

E’ prevista un finanziamento a tasso agevolato (tasso zero) in regime “de minimis” con co-finanziamento a fondo perduto in regime di Temporary Crisis Framework.

Importo massimo finanziabile: fino a € 1.500.000 in funzione della classe di scoring e comunque non superiore al 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa. 

Quota massima a fondo perduto: fino al 40%. La quota di co-finanziamento a fondo perduto è concessa, in ogni caso, nei limiti dell’importo massimo complessivo di agevolazione in regime di Temporary Crisis Framework per impresa, pari a €400.000.

Il Finanziamento ha una durata che si divide in due periodi:

  • Periodo di preammortamento: decorre dalla data di erogazione del Finanziamento e termina alla fine del secondo esercizio intero successivo alla suddetta data. Gli interessi durante tale periodo sono corrisposti al tasso di riferimento in via semestrale posticipata (30 giugno e 31 dicembre di ogni anno), a partire dalla data di erogazione, fino al termine del periodo di preammortamento.
  • Periodo di ammortamento: 4 anni successivi al termine del periodo di preammortamento. Il rimborso avviene in 8 rate semestrali posticipate a capitale costante a Tasso Agevolato, a partire dal termine del periodo di preammortamento.

Presentazione Domanda

Le domande potranno essere presentate in modalità telematica dalle ore dalle ore 09:00 del 12 luglio 2022. Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di finanziamento per tale strumento.

Referenti



Ultime News

Iscriviti alla nostra Newsletter